Ambiti di applicazione
Ambienti d'apprendimento
Mondi artificiali per apprendere, robotica, simulazione, micromondi.
Web Based Learning
Sistemi di gestione dell'apprendimento a distanza.
Ricerca d'informazione Documentazione, motori di ricerca, web semantico.
Comunicazione in rete
E.mail, chat, voip, videoconferenza, newsgroup.
Ipermedia
Ipertesti, multimedia, mappe, pensiero associativo.
Intelligenza Artificiale
Paradigmi dell'I.A., connessionismo, programmazione logica.
Supporto all'istruzione
Uso di slideshow, istruzione programmata, questionari automatizzati.
Metadidattica
Metafore tecnologiche e modelli organizzativi.
Tecnologia e disabilita'
Ergonomia speciale e accessibilita' dei mezzi tecnologici.
 HOME | Cerca nel sito  | Chi siamo  | Archivio | E-mail |
Centro di Documentazione Scolastico Provinciale - Treviso
Coordinamento provinciale operatori TE
di Renzo Bonan

Incontro svolto a Treviso, il 25.2.2002
Tema: Analisi delle professionalita' e delle competenze
1. I ruoli richiesti all'interno della scuola
2. Competenze individuali - modalita' di applicazione in ambito didattico
3. Esperienze: tecnologie di processo, tecnologie di prodotto.

Modalita' di comunicazione
Ogni partecipante ha descritto in maniera sintetica gli ambiti di lavoro all'interno del proprio istituto, elencando obiettivi, settori e priorita' della propria azione.
La comunicazione e' stata orientata verso le conoscenze/competenze implicite piu' che esplicite, altrimenti ricavabili da varie fonti documentali, secondo un'organizzazione informativa specifica del knowledge management.

SINTESI DEI LAVORI

1. Figure professionali
E' emersa subito una valutazione riguardante la figura e l'attivita' del tecnologo didattico
<1>, indipendentemente dalle definizioni di sistema sinora utilizzate ( OT, FO, ecc.) e dagli ambiti di specializzazione.
Questo ruolo pu˛ essere attuato secondo un alto profilo professionale se coesistono tre fattori complementari:
- sostegno da parte della dirigenza scolastica
- strumentazioni
- tempo.
Il fattore tempo, qualificatosi in termini problematici, consente un'attivita' con risultati certi e misurabili in diversi settori di competenza (tecnologico, didattico-epistemologico, organizzativo-gestionale, sperimentale) in concomitanza all'utilizzo di docenti a tempo pieno
<2>, mentre la FO, nell'arco (teorico) di 100 ore annuali, si trova giocoforza costretta ad occuparsi esclusivamente di attivita' di servizio tecnologico o, in alternativa, di coordinamento tecnico didattico e/o formazione.

In alcuni casi, proprio per ovviare a questa carenza, vengono commissionate a soggetti esterni alla scuola determinate prestazioni professionali (gestione delle strumentazioni informatiche); in altri FO - OT coincidono in un unico operatore per dare ancora piu' incisivita' all'azione ed un qualche sostegno economico aggiuntivo. 
Un dato quindi che non va letto in chiave discriminante sul merito o sulla qualita' bensi' parametra il livello di complessita' che caratterizza, assieme ad altri, questa professione e che dovrebbe far riflettere sulle prossime scelte occupazionali dell'Amministrazione Scolastica.

2. La domanda interna
La domanda interna e' fortemente allineata sul know-how relativo all'informatica: saper usare il pc, saper farlo funzionare, saper spiegarne il funzionamento; inoltre saper usare e comunicare con Internet, realizzare produzioni html a diversi livelli di professionalita'. 
In ogni caso la complessita' crescente della gestione dei sistemi informatici e la rilevanza che la tecnologia educativa ha assunto non sempre puo' far coesistere una riflessione metodologica seria sull'uso dei mezzi con la didattica quotidiana.
E' quanto il gruppo di lavoro approfondira' nell'incontro successivo.

3. Repertorio delle prestazioni
Sono stati individuati quattro ambiti prevalenti d'attivita':
1. Progettazione, realizzazione e gestione del sito d'istituto, con le seguenti articolazioni:
- con finalita' informative di servizio
- con finalita' informative di servizio e documentali
- con finalita' informative di servizio e documentali, collegato ad una intranet di Circolo Didattico (accesso ad utenti registrati)
2. Attivita' di formazione legata all'uso dei calcolatori, del S.O. e di internet, altrimenti definita "alfabetizzazione informatica/telematica", rivolta a docenti ed allievi
3. Gestione e manutenzione tecnica del laboratorio informatico d'istituto (software e periferiche), entro limiti oggettivi di competenza specialistica
4. Attivita' di consulenza ai colleghi su procedure, applicazioni, interventi didattici con strumentazioni informatiche.

Altri settori d'intervento, in ordine decrescente di rilevanza quantitativa, sono riconducibili ad:
- Attivita' didattica di compresenza e ausilio tecnico
- Realizzazione di ipertesti/ipermedia
- Attivita' di coordinamento didattico e gestione di commissioni
- Gestione di sistemi di comunicazione telematica asincrona tra scuole distribuite territorialmente, ma facenti parte di un unico istituto
- Realizzazione di ambienti di apprendimento
- Progetti di comunicazione telematica ( chat, web cam)
- Attivita' di documentazione didattica

Una considerazione s'impone: la domanda e' comunque l'espressione del contesto nel quale si opera, del suo livello medio di competenza, della sua capacitÓ di sperimentare situazioni didattiche, degli obiettivi strategici.
Sarebbe fuordeviante pensare che questo e' l'unico uso possibile delle tecnologie educative se non si attivano parallelamente modelli di pensiero associativo, situazioni di apprendimento cooperativo, simulazioni di interazione con il sistema, reti comunicative telematiche efficaci.
Su questi aspetti la formazione dei docenti ha un aspetto fondamentale, e sara' oggetto del prossimo incontro.

<1> Per una definizione precisa del tecnologo didattico si rimanda allo studio di un gruppo di lavoro InterIRRSAE pubblicato all'indirizzo http://www.irrsae.veneto.it/td.htm

<2> E' quanto sta emergendo da una prima analisi dei questionari restituiti dalle scuole, relativamente alle sperimentazioni e alle attivita' poste in essere.

 

 HOME | Cerca nel sito  | E-mail | TORNA SU |